Statuto

Lo statuto della Confederazione della piccola proprietà immobiliare - CONFAPPI

Scopo - Sede - Durata - Soci

Art. 1

E’ costituita a Milano sotto la denominazione Confederazione della piccola proprietà immobiliare CONFAPPI, un’associazione che rappresenta un centro di iniziativa per la tutela specifica degli interessi dei Piccoli Proprietari di Immobili, dei Condomini, degli Amministratori condominiali ed immobiliari ed in genere per la tutela degli interessi di tutti i proprietari di immobili, nessuno escluso.

In particolare l’associazione perseguirà l’acquisizione di sempre maggior tutela e aggiornamento dei piccoli proprietari, condomini e amministratori di casa, nonché la tutela degli interessi economici, professionali e morali dei piccoli proprietari dei condomini, degli amministratori ed il miglioramento delle loro condizioni di lavoro e di vita.

L’aggiornamento professionale di questi ultimi dovrà garantire il miglioramento del servizio da essi svolto a favore dei Piccoli Proprietari e dei Condomini.

Rientra nei fini dell’associazione l’istituzione di speciali servizi per l’assistenza e la consulenza a favore dei soci.

L’associazione intende promuovere ed organizzare incontri, dibattiti e corsi di informazione per i soci per meglio raggiungere lo scopo sociale.

Art. 2

Per il conseguimento dei suoi scopi ed in coerenza con essi, l’Associazione:

  • promuove, anche in collaborazione con Associazioni e gruppi affini, iniziative dirette a rendere effettivo il rispetto degli interessi dei piccoli proprietari di immobili e dei condomini;
  • svolge in generale iniziative analoghe o comunque conformi agli scopi statutari e idonee al loro conseguimento;
  • consente l’associazione di circoli, associazioni, enti e simili che abbiano scopi affini ed analoghi;
  • promuove la presenza attiva e sistematica dell’associazione in tutte le sedi o istanze, italiane od internazionali, ed in particolare dinnanzi agli organi del potere pubblico da cui dipendono scelte di tipo economico, fiscale e sociale per la determinazione di coerenti soluzioni alle problematiche dei piccoli proprietari.

Art. 3

L’associazione ha sede in Milano, Via Ruggero di Lauria n° 9 e svolge la propria attività ed ha giurisdizione nell’ambito di tutto il territorio nazionale.

Art. 4

La durata dell’associazione è a tempo indeterminato.

Art. 5

L’associazione non ha scopo di lucro.

Alle spese occorrenti per il funzionamento si provvede mediante:

  • quota di iscrizione "una tantum";
  • contributi associativi periodici;
  • contribuzioni associative straordinarie;
  • elargizioni e donazioni dei soci, di enti o di privati.

Art. 6

Il patrimonio dell’associazione è costituito da beni mobili, dai residui attivi di gestione e da ogni altra entrata destinata per sua natura o per deliberazione del Consiglio Direttivo ad incrementare il patrimonio stesso.

Non si potrà procedere alla distribuzione, anche in modo indiretto, di utili o avanzi di gestione, nonché di fondi, riserve o capitale, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

E’ fatto obbligo di devolvere il patrimonio dell’associazione in caso di suo scioglimento per qualunque causa ad altra associazione, con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della Legge 23/12/1996, n° 662 e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 7

I soci possono essere:

  • fondatori (Michele Rezzonico e Giulio Calza);
  • frequentatori;
  • ordinari;
  • benemeriti;
  • e onorari.

Art. 8

A parte i soci fondatori, che sono soci di diritto con facoltà di voto, possono far parte dell’associazione come soci frequentatori con voto esclusivamente consultivo, i soci che usufruiscono dei servizi di consulenza, corsi di aggiornamento e quant’altro viene messo a disposizione dell’associazione.

Sono soci ordinari con diritto di voto tutti coloro che condividendo ed accettando gli scopi dell’associazione vengono iscritti nel Registro della CONFAPPI e si obbligano a rispettarne lo Statuto.

Sono soci benemeriti quelli che con la loro attività o con il loro contributo economico sostengono l’attività e la valorizzazione del nome dell’associazione.

Anch’essi hanno diritto di voto.

Possono essere soci onorari le persone fisiche e le associazioni che, per la loro presenza nella vita sociale e culturale, conferiscono onore all’associazione e ne propiziano il conseguimento dei fini sociali.

I Soci onorari sono proposti dal Consiglio Direttivo e nominati dall’Assemblea.

L’iscrizione a Socio si intende dal 1° Gennaio al 31 Dicembre ed è rinnovata annualmente.

L’accettazione della domanda di ammissione è subordinata all’approvazione del Comitato Esecutivo.

Art. 9

La decisione del Comitato è inappellabile e non è soggetta a motivazione.

Art. 10

L’iscrizione impegna il Socio a tutti gli adempimenti previsti dallo Statuto, il Socio non in regola con il pagamento dei contributi associativi perde qualsiasi diritto nei confronti dell’Associazione.

Il Socio può dimettersi in qualsiasi momento e deve dare comunicazione scritta al Consiglio Direttivo.

Il Socio dimissionario non avrà diritto ad alcun rimborso per quanto da lui versato ai sensi dell’art. 5 dello Statuto.

La quota od il contributo associativo non sono trasmissibili ad eccezione dei trasferimenti mortis causa; la quota od il contributo associativo non sono rivalutabili.

Art. 11

La qualifica di socio si perde:

  • per dimissioni;
  • per cancellazione deliberata dal Collegio dei Probiviri, con esclusione dei Soci fondatori e promotori;
  • per incompatibilità del comportamento del Socio rispetto alle finalità sociali ovvero per gravi motivi morali o disciplinari.