Compravendita: non sempre l'acquirente può pretendere il box auto

Con la sentenza numero 22364/2017, la II Sez. Civ. della Corte di cassazione è tornata a occuparsi del rapporto pertinenziale tra appartamento e parcheggio, chiarendo che da anni è pacifico che il vincolo di destinazione di cui agli articoli 18 della legge n. 765/1967 e 26 della legge n. 47/1985 non comporta l'obbligo di trasferire l'area destinata a parcheggio insieme alla costruzione, ma l'obbligo di non eliminare il vincolo esistente.

llll

Nel caso di specie, un proprietario che aveva concesso in locazione, a canone concordato, un appartamento di sua proprietà cita in giudizio i conduttori per inadempimento di una obbligazione contrattuale. Si costituivano i convenuti evidenziando di aver corrisposto un canone mensile di €. 600,00 superiore rispetto a quello previsto dall'accordo territoriale del Comune di Salerno del 1999 e svolgevano domanda riconvenzionale per ottenere la riduzione del canone nei limiti legali e la condanna della parte attrice alla restituzione degli importi corrisposti in eccesso.  

Raccolta differenziata: la multa non può fondarsi su presunzioni

Ormai da diversi anni è iniziato nel nostro paese un percorso verso la totale diffusione della raccolta differenziata, ovverosia quella raccolta in cui "il flusso di rifiuti è tenuto separato in base al tipo e alla natura dei rifiuti al fine di facilitarne il trattamento specifico" (art. 183, co. 1, lett. p), d.lgs. n. 152/2006).

LO SPAZIO AEREO DEL CONDOMINIO HA DIRITTO A UNA TUTELA

I diritti di proprietà del condominio sul suolo su cui sorge l'edificio si estende anche al sottosuolo e al soprasuolo; tale diritto, tuttavia, non si sviluppa all'infinito in senso verticale, ma trova come suo limite l'utilità effettiva del condominio, non potendosi quest'ultimo opporsi alle attività di terzi che si svolgano ad una profondità o altezza tali da non pregiudicare alcun suo interesse legittimo.

Catasto: autocorrezioni direttamente online

Durante l' audizione alla Camera del 12 settembre 2017, il direttore dell'Agenzia delle Entrate ha illustrato le nuove funzionalità della banca dati catastale e ipotecaria dell'ente. Tra di esse balza agli occhi la possibilità di procedere alle correzioni catastali direttamente online, tramite il servizio risultanze catastali.

È possibile intestare la casa ad un figlio di pochi anni?

In tempo di crisi, al fine di tutelare il patrimonio familiare dai possibili imprevisti che un’attività commerciale può provocare, si cerca di trovare una soluzione: intestare la casa al figlio.

Visto il declino dell’istituto del fondo patrimoniale, strumento ad hoc che veniva utilizzato per difendere/tutelare la casa dai creditori, l’unico modo per non perdere la disponibilità della casa è quello di donarla ad un familiare stretto, senza risultarne intestatari.

Assegno divorzile all’ex coniuge se paga il mutuo

L’assegno divorzile torna a far discutere. Dopo l'abolizione del parametro del tenore di vita, stabilita dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 11504/2017, poi confermata recentemente con la sentenza n. 15481, ora il Tribunale di Roma (sentenza n. 11723/2017) ha stabilito che l’assegno all’ex coniuge è dovuto se questi, pur avendo un lavoro fisso, è gravato da oneri economici pesanti come il pagamento del mutuo per la casa.

Pagine

Abbonamento a Confappi Napoli Caserta RSS