REATI EDILIZI: L'ORDINE DI DEMOLIZIONE DEL MANUFATTO ABUSIVO NON E' ESTINTO DALLA MORTE DEL REO

abusi edilizio, confappi

L'ordine di demolizione del manufatto abusivo, disposto con la sentenza di condanna per reato edilizio, non è estinto dalla morte del reo sopravvenuta alla irrevocabilità della sentenza.

Cassazione Penale Terza Sez. 8 APRILE 2016, N. 30406/16 

LOCAZIONI: LA TARDIVA REGISTRAZIONE DEL CONTRATTO NON SANA LA NULLITA'

registrazione contratto, confappi

Il contratto di locazione deve essere registrato, a cura del locatore, entro 30 giorni dalla firma (nei 60 giorni successivi il padrone di casa deve dare prova documentata all’inquilino e all’amministratore di condominio dell’avvenuto pagamento dell’imposta di registro): se la locazione non viene registrata nel rispetto dei predetti 30 giorni, è nulla e la registrazione

IL LOCATORE NON PUO' RIFIUTARE LA CONSEGNA DELL'IMMOBILE SE I DANNI SONO D'USO

confappi consegna immobile fine locazione

Il locatore non può rifiutare di ricevere dal conduttore le chiavi dell’immobile, per via della presenza di danni, qualora essi siano riconducibili all’uso del bene e rientrino tra le opere di manutenzione ordinaria, spettanti al proprietario.

Così si è pronunciato il Tribunale di Taranto, Seconda Sezione, con la sentenza 5 maggio 2016.

NUOVA SCIA UNIFICATA, OPERATIVA ENTRO 1°GENNAIO 2017

scia modello unico confappi

La nuova Scia unificata, uguale in tutto il Paese, sarà operativa entro il 1° gennaio 2017. È quanto approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri, nel decreto attuativo della Riforma della Pubblica Amministrazione, legge 7 agosto 2015, n. 124 del Ministro Maria Anna Madia. Finalmente dal prossimo anno la domanda, uguale in tutto il Paese, potrà essere presentata per via telematica. La semplificazione della Nuova Scia edilizia permetterà, inoltre, al cittadino di non dover più produrre documenti già in possesso della PA.

SERRA SUL TERRAZZO: NON BASTA L’OK DEL COMUNE

SERRA SUL TERRAZZO: NON BASTA L’OK DEL COMUNE

L’installazione di una serra su un terrazzo, che alteri la facciata di un edificio, va rimossa anche se l’opera è stata autorizzata dal Comune. A precisarlo è la sesta sezione civile della Corte di cassazione, con l'ordinanza n. 12917/2016, pubblicata lo scorso 22 giugno. Il caso preso in esame era quello di alcuni condomini che, nonostante fosse previsto un divieto dal regolamento condominiale e senza curarsi dell’aspetto finale dell’edificio, avevano installato una serra sul proprio terrazzo, ottenendo per la stessa l’autorizzazione comunale ad eseguire le opere.

DALLA CLASSE ENERGETICA ALL’USO INTELLIGENTE: DIECI REGOLE SULL'USO EFFICIENTE E SOSTENIBILE DEI CLIMATIZZATORI

Non lasciare la finestra aperta quando l’impianto è in funzione, scegliere bene la posizione dell’apparecchio all’interno di una stanza, ma anche prestare attenzione alla corretta pulizia e manutenzione. Sono alcuni dei suggerimenti che arrivano dall’Enea. Gli esperti dell’Agenzia per l’Efficienza Energetica hanno pubblicato sul proprio sito 10 consigli pratici sull’utilizzo efficiente e sostenibile dei climatizzatori, in modo da raffrescare gli ambienti in maniera ottimale, senza eccessive spese sulla bolletta.

Ecco, in sintesi, le raccomandazioni.

CHIUSO IL PIGNORAMENTO DOPO QUATTO ASTE

confappi pignoramento chiuso dopo quattro aste

Il maxiemendamento al d.l. banche recentemente approvato dal Senato ha portato interessanti novità alla regolamentazione del processo esecutivo.

Tra di esse, con particolare riferimento alla disciplina del pignoramento immobiliare, interessante è la previsione in forza della quale le relative procedure esecutive potranno comprendere al massimo quattro aste: se tutte si chiuderanno infruttuosamente, la casa tornerà nelle mani del debitore.

CONDOMINIO: RESPONSABILE L'AMMINISTRATORE CHE NON RISCUOTE LE QUOTE

confappi responsabilità amministratore di condominio

Tra i diversi obblighi dell'amministratore di condominio vi è quello della riscossione dei contributi dovuti dai condomini per le spese condominiali, nonché quello di provvedere al pagamento delle somme occorrenti per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle parti comuni dell'edificio, per come deliberato in assemblea. Di recente, il Tribunale di Salerno (sentenza n. 164/2016) ha stabilito che l'amministratore che non riscuote le quote condominiali dai proprietari morosi è tenuto a risarcire i danni al condominio.

COS' E' LA CEDOLARE SECCA: LINEE GUIDA

Confappi cedolare secca

La cedolare secca è un regime di tassazione relativo alla locazione di determinati immobili.

Quanto all'ambito di applicazione risulta applicabile, a partire dall'anno 2011, a tutti gli immobili a destinazione abitativa e, precisamente, a quelli che risultano iscritti al Catasto Urbano con le categorie da A/1 ad A/11 e relative pertinenze (vengono esclusi gli immobili con categoria A/10, uffici e studi professionali).

Pagine

Abbonamento a Confappi Napoli Caserta RSS