RISTRUTTURAZIONE E AMPLIAMENTO: QUANDO LA DETRAZIONE È "LIMITATA" A UNA SOLA PARTE

Gli acquirenti dell’immobile ceduto dall’istante potranno fruire della detrazione di cui all’articolo 16-bis, comma 3, del TUIR solo per le spese riferibili alla parte esistente, sul presupposto che i lavori effettuati consistano in una ristrutturazione senza demolizione dell’edificio esistente con ampliamento dello stesso. È il chiarimento fornito dall'Agenzia delle Entrate (risposta n. 150 del 2019) a un'impresa di costruzione che ha acquistato un immobile sul quale intende eseguire lavori di ristrutturazione e ampliamento prima della vendita a terzi. L'Agenzia spiega, inoltre, che bisognerà mantenere distinte, in termini di fatturazione, le due tipologie di intervento o, in alternativa, essere in possesso di un’apposita attestazione che indichi gli importi riferibili a ciascuna tipologia di intervento, rilasciata dall’impresa di costruzione o ristrutturazione sotto la propria responsabilità, utilizzando criteri oggettivi».